Il tuo browser non supporta JavaScript!

Misericordiae

Misericordiae
titolo Misericordiae
sottotitolo (8.38)
Autore
Collana Versus, 3
Editore Novecento Editore
Formato Libro
Pagine 200
Pubblicazione 10/2013
ISBN 9788895411521
 
14,00
 
Disponibilità immediata

In pillole

«Il giorno si scaricava della sua luce, rassicurando due solitudini, ho sempre pensato, come un dio misericordioso che si prende uno sbuffo di quiete e così perdona, più per sua stanchezza che per meriti nostri, i peccatori di una landa che non conta nulla».

«Gli sentivo irridere il suo lavoro, degradato ad un pervicace nascondimento della realtà, ma senza più un obiettivo. La parola che ricostruisce la legge, con il suo inganno, era già il contenitore e dunque occorreva fermarsi. Lui lo seppe fare».
Quattro uomini e quattro donne. Ognuno con le sue colpe e le sue meschinità: Mario Calano, avvocato di successo, che frequenta prostitute e quando ne mette incinta una, Lubijana, fugge. Frida, che ignora la felicità per averla perduta forse senza capirla. Gisella Bortelli, brillante magistrato, che all’improvviso si ferma e si lascia annientare dall’angoscia. E poi Annibale Malinverni, Cecilia Dellabis, Giorgio Spreges, ognuno sovrastato da un diverso diavolo nero. Anche il misterioso F., da tempo bloccato nel presente. Misericordiae racconta queste otto vite che precipitano l’una sull’altra dentro un territorio triangolare che le attrae come un magnete. Ai vertici le città di Medantia e Ruanzo, a nord e a sud d’Italia, e il piccolo borgo di Vico Massaro.
Spinti senza scampo verso una resa, lì si agitano questi e altri personaggi prossimi a un ultimo incontro. Ma forse le loro vite, resistenti alle finali astuzie dei mestieri e dei bisogni, pur intontite di dolore, ritroveranno misura e senso in nuove avventure solitarie e testarde. Misericordiae è un romanzo bello e struggente. Con un grido verso la terra: la preghiera di sospendere il giudizio ed entrare nella pietà, per le vite degli altri. Vite misere e comunque splendenti, come ogni vita umana, come anche la nostra.
 

Biografia dell'autore

Massimo Ferro

Massimo Ferro (Rovigo, 1956) è consigliere della Corte di cassazione. Autore di saggi in materia fallimentare, societaria, dell’esecuzione forzata e del diritto industriale, collabora a varie riviste in materia di giustizia. Ha coordinato seminari per la formazione dei magistrati e convegni, nonché ricerche scientifiche. Dirige l’OCI, l’Osservatorio sulle crisi d’impresa, ed è promotore di InsolvenzFest.
Misericordiae (8.38), pubblicato in questa collana, già tradotto in Venezuelaha vinto la VII edizione del Premio letterario RIPDICO – Scrittori della Giustizia (Civitavecchia, 2013).

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento